Finora ci avete visitato in 110224.
Notizie dal mondo della Pallacanestro Lido

 

Le offerte del nostro sponsor tecnico

OGGI PRESENTIAMO...

Il meteo

UNA VOCE FUORI DAL Coro.

26/11/2020

Voglio certamente restare nel nostro campo, quel campo che se sei fortunato è in legno, ma anche in plastica nei casi più sfortunati e parlare della nostra pallacanestro...

Stiamo vivendo un momento terribile per quanto riguarda la nostra vita sotto l’aspetto sanitario. E’ certamente difficile trasferire questa tragedia sul nostro campo di gioco, ma io credo che dobbiamo considerare questa situazione come se stessimo giocando con la prima squadra in classifica nel nostro Campionato e scendere in campo.
E’ chiaro che in questo momento dobbiamo vivere di fantasia, applicare schemi del tutto particolari, difese arcigne e contropiedi veloci.
Dobbiamo stringere i denti e buttarsi su ogni palla.
Sono convinto che sarebbe più bello preparare la borsa e andare in palestra.
Invece no.
Non possiamo.
Non possiamo; come potremmo non condividere questa limitazione ma, considerando il COVID come il nostro avversario in campo,  dobbiamo in questa occasione applicare una difesa strettissima, una zona come si dice bulgara, e chiudere tutte le linee di passaggio e difendere alla morte.
Se ci viene chiesto di non scendere in campo per evitare i contagi, stringiamo i denti, ma non pieghiamo la testa perché, oggi questo è il solo modo che abbiamo per difenderci.
Se non dobbiamo assembrarci, non facciamolo; non perché siamo costretti ma perché crediamo a quello che ci viene detto al pari di quando, sotto di tanti punti, crediamo al nostro allenatore che ci dice che abbiamo tutto il tempo per recuperare e continuiamo a correre.
Se sembra utile l’uso delle mascherine le dobbiamo usare, anche se poi facciamo anche fatica a riconoscere per strada i nostri amici. Come in campo riconosciamo i nostri compagni dal colore della loro maglia, così oggi riconosciamo i nostri nemici in quei soggetti che non usano questo efficace sistema di protezione.
E fino a questo momento abbiamo usato il buon senso e la comprensione.
Però se a questa difficoltà, che ci impedisce una sana vita sportiva, dobbiamo constatare che siamo solo noi a rispettare queste regole, tutto diventa più difficile.
La palestra Olivi è out per la pallacanestro ma non lo è per la pallavolo o per il CSI, per restare all’interno delle mura di una palestra. 
Ci piace condividere  quanto espresso dal nostro Presidente Petrucci allorquando pur “Nel rispetto delle valutazioni che ciascun ente è libero di poter fare riguardo il  DPCM del 24.10.2020  la FIP ritiene responsabilmente di non poter considerare di interesse nazionale tutti i Campionati diversi dalla Serie A, A2, B maschile e A1 e A2 femminile …………………….   La norma come espressa può lasciare spazio ad una interpretazione letterale tale da indurre ad iniziative estensive della stessa, ma il senso civico e la ferma volontà di proteggere la salute di tutti i propri tesserati, delle loro famiglie e dei loro cari in generale, hanno indotto la FIP a sospendere tutta l’attività regionale, giovanile e minibasket”.
La pallacanestro tutta, ripeto, si è allineata; ha condiviso il parere del suo Presidente; ha considerato come interesse primario la salute dei suoi tesserati.
Continueremo a restare fuori dalla palestra, anche se nessuno ci seguirà, di sicuro la nostra coscienza è e resterà  serena.
Tutti a casa e aspettiamo tempi migliori.

I nostri Sponsor

Pallacanestro Lido - Via Malamocco, 14 - 30126 - Lido di Venezia (VE)
Segreteria: tel.
347 5562079 - 041770511
e-mail:  info@pallacanestrolido.it

 

 
 
 

 
   
 

 
 
 

 

 
         

Sito generato con sistema PowerSport